sabato 27 maggio 2017

Liebe Grüße aus Balkonien

Un post condiviso da Momo (@themingadiaries) in data:

Rieccomi qua, in diretta dal mio balcone, aka Balkonien. E c'è il sole, sono in abbigliamento estivo a godermi questo anticipo di estate e a ripescare dal dimenticatoio questo blog, dopo tanto tempo. Magari stavolta sarò costante e lo aggiornerò un po' più frequentemente, chissà.

Qualche mese fa ho deciso di lasciato un lavoro che amavo e per il quale davo letteralmente l'anima, troppa anima. Ora faccio un lavoro che spesso mi annoia ma dove non mi sento come un criceto che corre in una ruota in overdose da adrenalina. Ich bin mal raus aus dem Hamsterrad.
Ora ho un sacco di tempo libero, a volte talmente tanto che non so cosa farne. Pazzesco come la prospettiva possa ribaltarsi nel giro di qualche mese (prima neanche sapevo cos'era il tempo libero...).

Ora ho più tempo per godermi questa bellissima città, che qualche mese fa sono arrivata ad odiare a tal punto da pensare di lasciarla per sempre. Ma quel momento non è ancora arrivato, ho deciso di concedere alla mia Minga ancora un po' di tempo per fare la pace e godere della mutua compagnia.

Preparatevi allora a una valana di instragrammatine, aggiornamenti con e senza senso, e a un piccolo progetto che mi sta girando nella testa da un po' ma che non so ancora come mettere in pratica.

E adesso vi saluto, esco in bici e vado a comprare il necessario per fare la marmellata di rabarbaro per fare colazione a Balkonien domani mattina, sperando che il tempo sia ancora così bello.

26 gradi a maggio, utopia pura...

domenica 20 novembre 2016

Cosa fare la domenica pomeriggio quando fuori è freddo e grigio: Kaffee und Kuchen

E' novembre, fuori sembra di essere in un film di Tim Burton, non sono ancora aperti i mercatini di Natale (una settimana e ci siamo) e la città è letteralmente deserta (a parte gli estremisti del fitness o i surfisti dell'Eisbach che per loro tanto hanno l'amianto sotto pelle e non si lasciano fermare da niente e nessuno).

A Monaco la domenica è tutto chiuso. TUTTO. A parte dm a Ostbahnhof e un nuovissimo Edeka a Hauptbahnhof, qui non ci si può dilettare nel passatempo preferito dagli italiani (soprattutto a quasi un mese da Natale), e cioè le maratone per negozi e centri commerciali, no no. A Monaco ci si gode letteralmente il riposo così come Dio comanda.

Ma quindi, i tedeschi, che fanno la domenica?

A parte prepararsi per il lunedì (una delle frasi più gettonate per sentirsi fighi), si possono visitare i musei (alcuni come le Pinakotheken costano solo 1 euro!) oppure incontrarsi con gli amici per Kaffee und Kuchen.

Ecco la mia personale Top 5 dei caffè più carini dove mi piace andare a rifugiarmi dal grigiore della domenica:


Una foto pubblicata da Café Lotti München/Munich (@cafelotti) in data:


Café Lotti

Uno di quei posti dove sembra di trovarsi in un salotto, quasi una casa di bambole a grandezza umana. L'atmosfera è accogliente, lo staff molto gentile e le torte mmm...

Indirizzo: Schleißheimer Straße 13 (U1 Stieglmeierplatz)



Una foto pubblicata da Lidia (@pardonme_blog) in data:

Ooh Baby I Like It Raw

Un nome, un programma. Piccolissimo, bisogna obbligatoriamente prenotare o non si troverà mai posto. Nascosto in una strada poco frequentata fra Marienplatz e Isartor. Consigliato anche per il brunch!

Indirizzo: Rumfordstr. 39 (U/S-Bahn Marienplatz/Isartor)



Una foto pubblicata da nazliy (@nazliy_tan) in data:

Café Katzentempel

Si, avete capito bene: in questo caffè vivono 6 gatti e no, non è sporco ma sempre tirato al lucido. Tutto qui è vegano e buonissimo. Assolutamente da provare!

Indirizzo: Türkenstr. 29 (U3/6 Universität)



Una foto pubblicata da Frau Hölle Studio (@frauhoelle) in data:

Das Neue Kubitscheck

A suon di "F*ck the Backmischung" questo piccolo caffè nel Westend offre torte spettacolari di produzione propria che vi faranno snobbare i preparati del supermercato per il resto della vostra vita!

Indirizzo: Gollierstr. 14 (U4/5 Schwanthalerhöhe)



Una foto pubblicata da Deborah Bryan (@deb1431) in data:

Café Glockenspiel

Se non sapete che esiste non lo troverete MAI. L'ingresso è infatti nascosto in un piccolo vicolo - se vedete uno strano lampadario fatto con pezzi di piatti rotti e posate siete nel posto giusto! Trovare un posto con vista su Marienplatz è un vero e proprio miracolo (il weekend non accettano prenotazioni), male che vada potrete consolarvi con una fetta (gigante) delle fantastiche torte esposte in vetrina (la mia preferita è l'Himbeerkuchen).

Indirizzo: Marienplatz 28 (U/S-Bahn Marienplatz)

domenica 21 agosto 2016

Pensieri di una domenica d'estate

Dal tono del mio ultimo blog di marzo avrete forse intuito che questo blog non fa più parte attiva della mia vita - purtroppo e per fortuna - ma sento di non volerlo abbandonare del tutto perché in fondo di cose da raccontare ne ho ancora.

Non so se a voi è capitato: la crisi dei 30 anni, domande che ti assillano la testa.
Questo lavoro mi piace ancora come prima? Questa città è davvero la mia "casa"? E' questo un segno che è arrivato il momento di cambiare o sto solo cercando di scappare dai miei demoni personali?

Intanto che non trovo una risposta, per quanto labile ma tuttavia soddisfacente a queste domande, ho ricominciato a viaggiare. Era tanto che non lo facevo.

Paradossalmente vivendo all'estero si tende a viaggiare di meno, o almeno così è stato per me. Le vacanze le tracorro a casa, in Italia, con la mia famiglia. Non mi sono concessa nessuna "Vacanza" con la V maiuscola da quando mi sono trasferita a Monaco, e cioè da - ugh! - 4 anni!

Quest'anno ho deciso di andare controcorrente, di NON tornare a casa a godermi l'estate, il sole e la sabbia della riviera, ma di andare al nord. Si, ancora più a nord.

Sono stata in Norvegia e ci ho lasciato un pezzo di cuore. Per Ferragosto sono fuggita a Copenhagen in una mini-vacanza che più last-minute di così non si poteva. E' stato bellissimo, una ventata d'aria fresca (in tutti i sensi), una fonte d'ispirazione. Alcune delle domande hanno trovato risposta, alcune sono state ingigantite ancora di più, e ne sono sorte altre. Forse è così quando si allargano gli orizzonti.

Lo so, non sono le classiche mete estive e se non avessi scritto sul passaporto che sono Italiana probabilmente non si vedrebbe - la mia pelle non è mai stata più candida di così e persino i tedeschi sono più abbronzati di me, ma alla fine che importa?

Oh, e il mio Vermieter ha deciso di abbassarmi l'affitto di 90 € al mese e restituirmi 300 € di spese acqua+gas che ho pagato in più finora... ecco, questa io la chiamo un'inaspettata botta di fortuna, il karma che finalmente si mostra benevolo, la manna dal cielo, una benedizione!

E voi che fate di bello?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...