lunedì 29 ottobre 2012

Primi fiocchi di neve

My backyard this morning... winter has already come to Munich!

E' arrivato l'inverno. Un pochino in anticipo.

Fino alla settimana scorsa c'era un sole che sembrava quasi estate (per quanto un'estate tedesca).

E' iniziato subdolamente sabato con piccoli, bianchi granellini di ghiaccio/neve. Poi domenica mattina mi alzo e, dalla finestra della cucina vedo questo.

Cielo bianco, fiocchi bianchi che cadono. Ah, ci armeremo di berretti, sciarpe e guanti e affronteremo pure questo. Meno male che non è il mio primo inverno in Germania: durante l'Erasmus a Jena sono sopravvissuta alla grande anche con -16 gradi.

I negozi hanno già iniziato la loro campagna natalizia. A guardare le pubblicità in metro o a passare davanti alle vetrine mi viene una voglia matta di entrare e comprare tutto. Non sono una grande fan del Natale, ma quest'anno mi sento un po' meno Grinch del solito. Sarà la neve, sarà vedere tutto bianco. Sarà che gli scaffali dei supermercati si sono riempiti di ogni genere di prelibatezza ipercalorica...

E' già tempo di Glühwein e Lebkuchen!!! :-D

martedì 23 ottobre 2012

Cara Ministra

Fonte: Choosy sarai tu


Cara Ministra Fornero,

oggi su facebook ho letto vari commenti indignati dei miei amici per un'affermazione che lei hai fatto su noi giovani italiani: "non siate choosy". Bene, oltre ad averci dato dei bamboccioni ora ci viene detto che facciamo pure gli schizzinosi quando si tratta di cercare lavoro.

Cara Ministra, grazie al cielo certe cose le vengo a sapere dai miei amici su Facebook e mi posso così evitare tutta la spazzatura mediatica di tv e giornali, dal momento che non risiedo più nel Belpaese ma sono emigrata oltralpe in cerca di una vita migliore e soprattutto di un lavoro. Per fortuna, aggiungerei.

Ora le racconto un piccolo aneddoto, cara Ministra, poi riparliamo dell'essere choosy.

La guerra della carta igienica


Fonte: Toilet Paper Meme su deviantART
Per farvi un'idea di come sia messo male lo Stimmung, l'atmosfera generale del mio WG, non c'è metafora migliore della carta igienica.

Siamo diventati uno Zweck-WG anche sul lato pulizia e beni comuni. C'è chi viene da me e si lamenta perchè è tutto sporco, quando l'unica cosa sporca è la sua coscienza perchè lei/lui non ha pulito quando era il suo turno la settimana prima. C'è chi da ben due mesi non tocca una spugna con la scusa che si è fatto male alla mano (manco dovesse maneggiare un martello pneumatico...) e si giustifica con un "Es ist mir egal", cioè "non me ne può fregar di meno", però la crocetta sulla tabella per dire che il suo dovere l'ha fatto la mette lo stesso, per sport. E allora va a finire che spesso e malvolentieri io abbia fatto anche il lavoro degli altri e abbia ripulito tutto da cima a fondo, senza neppure un "grazie che ti sei fatto il mazzo per noi".

La mia coinquilina, la perfida Julia, mi ha degnato inaspettatamente della sua attenzione scrivendomi un sms  in cui mi chiedeva in tono perentorio spiegazioni sulla mancata presenza della carta igienica in bagno (??!!).

domenica 21 ottobre 2012

Oktoberfest

Only 5 minutes here at the Wiesn and already received 2 liter beer as present from two nice guys from Holland. Love Oktoberfest atmosphere!


Questo post arriva un po' in ritardo causa immensa mole di lavoro e pochissimo tempo per mettere insieme un post decente... ma meglio tardi che mai!

Dicevo... Oktoberfest! Chi non lo conosce? Non è forse la festa più famosa del mondo?

Qui a Monaco è LA festa. L'atmosfera che si respira a Monaco durante le 3 settimane di bagordi è a dir poco speciale. Tutto ebbe inizio nel lontano 1810, quando il principe di Baviera Ludwig I. prese in sposa la principessa Therese Charlotte Luise von Sachsen-Hildburghausen e per festeggiare fece organizzare una corsa di cavalli in quello che una volta era un grande prato fuori dalla cinta muraria della città, il Wiesn, ribattezzato poi Theresienwiese in onore della sposa, e alla quale fu invitato tutto il popolo. Negli anni successivi la tradizione della Festa d'Ottobre venne ripetuta, finchè fecero la loro apparizione le tende delle 6 birrerie autorizzate, il luna park e tutto il resto.

E ora, dopo questa breve introduzione storica, arriva l'angolo delle curiosità e delle statistiche dell'edizione 2012!

lunedì 8 ottobre 2012

Lo Zweck-WG

La mia vita in WG è diventata un intrico di situazioni incredibili e per certi versi paradossali che mi ricorda un po' Beautiful.

Tutto iniziò il giorno che Miss-occhioni-blu mise piede nell'appartamento. O forse dovrei dire dal giorno prima, quando mi ha telefonata in Italia perchè aveva disperatamente bisogno del mio aiuto e mi ha tenuta per 40 minuti incollata al ricevitore ad ascoltare le assurdità che le sono successe, tipo arrivare nell'appartamento, trovare la sua camera chiusa a chiave, aprire la porta con un passepartout e trovarci dentro il deposito personale di Mr-so-tutto-io che si è portato giustamente tutte le chiavi con sé in vacanza. Come in ogni film drammatico, non poteva mancare la richiesta di aiuto della povera piccola indifesa: "Non so cosa fare, sono disperata, ti prego torna subito ho bisogno di te!!!".

Di ritorno a Monaco incontro l'intera famiglia di Miss-occhioni-blu che mi supplica di aiutare la povera figliola indifesa, perchè "si vede che sei una persona responsabile di cui ci si può fidare". Il tutto condito da complimenti vari e l'invito ad andare a trovarli i weekend, perché ormai mi considerano quasi una di famiglia. Quante belle parole, tutte così ben infiocchettate!

Il giorno dopo si è svolta la scena madre, il dramma nella sua forma più alta: lei che litiga con Mr-so-tutto-io e io che la trovo in camera sua a terra, tremante, scossa dai singhiozzi, con il trucco sbavato e gli occhioni pieni di lascrime, che mi dice "Lui è pazzo, io ho paura!!!".

Avrei dovuto lasciata lì a sbrigare da sola le sue cose, invece io sono una pura di cuore e l'ho aiutata, le sono stata vicina. Lei ha contraccambiato stravolgendo le cose per il suo vantaggio personale, fingendosi mia amica e rovinando quel piccolo sentimento che c'era trame ed Egbert. Lei, la subdola, ha iniziato la sua manovra offensiva, in tutti i sensi, contro di me: all'inizio erano battutine all'apparenza innocenti sulla mia "italianicità" e sulla mia padronanza della lingua tedesca, poi pian piano sono diventata "l'italiana che pensa sempre e solo a cucinare", quella che non capisce il tedesco e bisogna sempre ripeterle le cose mille volte, quella strana che vuole sempre fare qualcosa insieme. Infine ha smesso di intrattenere dei civili rapporti con me, degnandomi della stessa considerazione che viene riservata a Mr-so-tutto-io.

E fu così che il WG si trasformò in uno Zweck-WG, cioè in un appartamento in cui 4 persone convivono per il semplice motivo di dividere i costi, senza avere rapporti interpersonali. Una cosa che credo esista solo qui in Germania.