martedì 28 gennaio 2014

Quando pensi che vada tutto bene...

Forever alone, fotografato da me vicino il Kleinhesseloher See, Englischer Garten.

E' da un bel po' che manco dal blog, e nel frattempo mi sono goduta la vita. Poi boh, la sfiga ha pensato di tornare a farmi visita con l'anno nuovo.

Non mi piace usare il blog per gli sfoghi personali o per la negatività, ma volevo solo condividere con voi un grido di disperazione, un grido di aiuto, perchè quando hai bisogno davvero non c'è nessuno. Volevo uscire a farmi un litro di birra da qualche parte, ma sembra che tutti stasera abbiano altri impegni più importanti.

Quindi lo dico a voi che magari passate di qua.

Fra 3 mesi devo lasciare il mio appartamento.

Se riuscite a tirarmi su il morale con i vostri commenti e bervi una birra virtuale con me sarebbe un gesto carino.


+++ UPDATE +++

Ho passato due giorni con gli occhi gonfi, senza la voglia di fare niente a parte dormire e sperare di svegliarmi da un brutto sogno. Ora mi sto riprendendo.

Ho letto il posto di Piperpenny sul Capodanno lunare e i nuovi inizi e ho pensato "ricominciamo da capo, chissà magari stavolta va meglio...", e mi sento un po' più positiva. Oddio, che poi "positiva" è un parolone, ma diciamo che ci sto provando.

Un'amica è passata da me a portarmi del thè anti-nervoso, una mia ex-coinquilina tedesca mi ha mandato la foto del quokka scrivendomi (in Italiano) "Lui sorride sempre", la mia collega/capa mi ha telefonato per sapere come sto e per dirmi che non sono da sola, che ho l'appoggio del mio ufficio. E' stato bello sapere che ci sono persone che ci tengono a me, ma so anche che questa è una battaglia che devo affrontare da sola.

E allora coraggio, rialziamoci e continuiamo a lottare.