domenica 8 marzo 2015

Berlin Berlin

Questo post è in cantiere da settimane, ma nel turbinio di tutti i cambiamenti che ci sono stati riesco a pubblicarlo solo ora. Meglio tardi che mai!

Due settimane Un mese fa sono stata a Berlino (per lavoro, come al solito).



Appena arrivata sono stata catapultata in un evento al Soho House, dove mi hanno detto alloggiava Robert Pattinson. Non mi è dispiaciuto affatto perdermelo.



Il mio hotel era a pochi passi dal Zoopalast dove in occasione della Berlinale c'era un bel tappeto rosso con un muro di gente e ragazzine urlanti. Io ho tirato dritto per ben due sere, proprio quando c'erano loro:

James Franco
James Dornan, che io preferisco come il cacciatore di Once Upon a Time

Li ho mancati entrambi e qui davvero mi sono mangiata le mani!!!

Questa era la quiete dopo la tempesta:



Durante le mie poche ore libere (e anche l'unica giornata in cui il tempo ci ha concesso un po' di sole) ho preso la metro e sono andata a Warschauer Straße, passando sopra il famoso ponte Oberbaumbrücke con i suoi mattoni rossi e le torri che ho visto tante volte nei film. Da lì ho visto finalmente il famoso muro di Berlino, quello che resta oggi è stato trasformato in una galleria d'arte a cielo aperto: la East Side Gallery.




Peccato che questi bellissimi graffiti siano stati letteralmente storpiati da scritte varie da turisti di passaggio.

Dopo l'East Side Gallery ho preso la metro e sono andata a vedere gli altri simboli di Berlino: la Porta di Brandeburgo, il Reichstag e la Colonna della Vittoria.




Alexanderplatz l'avevo già visto nei miei precedenti visite e non è nulla di spettacolare, tanto cemento e la torre della tv, quindi l'ho saltata. Purtroppo non ho avuto tempo di visitare la cupola del Parlamento o Checkpoint Charlie, o il Museo del Currywurst e il Mondo Ritter Sport... ma mi sono ripromessa di tornare presto e recuperare!

Molti dicono che o ami Monaco o ami Berlino, che non possono piacerti entrambe: a me Berlino è piaciuta perchè è una città che non è mai ferma, ci sono sempre cose nuove da fare, da vedere, mentre Monaco è più legata alla sua tradizione e non ama molto i cambiamenti. Berlino è cosmopolita e aperta al cambiamento, Monaco è più legata alle sue tradizioni e le sfoggia con orgoglio. A modo suo, entrambe le città mi affascinano, anche se l'idea di vivere a Berlino personalmente non mi attrae perchè io non sono il tipo da grandi metropoli e mi piace di più l'atmosfera di quel piccolo-grande villaggio che è Monaco.

L'ufficio di Berlino dell'azienda per cui lavoro guadagna un punto in più in simpatia: mentre noi sulla porta del bagno abbiamo appeso un'immagine di Superman e Wonder Woman, qui sono stati più creativi e hanno appeso la Barbie Conchita Wurst.


Infine una piccola nota personale sull'aeroporto di Berlino Tegel: sarà pure vecchio e brutto, ma ha le hostess con le capigliature più trasgressive che io abbia mai visto!

La hostess Lufthansa con la cresta cotonata e ossigenata.
Al prossimo viaggio!